A1 AMMISSIONE ATLETI ALLE GARE

  • AMMISSIONE GARE UFFICIALI

Le gare ufficiali della federazione saranno le selezioni regionali, interregionali, i grand prix e gli italiani che si svolgeranno ogni anno. Gli atleti potranno partecipare alle suddette gare solo se si iscriveranno con un anticipo di un mese dallo svolgimento della gara, e se non iscritti alla Federazione con un anticipo di due mesi alla Federazione. Alle gare sono ammessi sia atleti presentati da Associazioni sportive, circoli e palestre iscritte alla Federazione che atleti singoli indipendenti da altre strutture, la iscrizione e’ comunque dell’atleta singolo

 

  • Gli Atleti che desiderano partecipare ai campionati Italiani dovranno qualificarsi nelle selezioni opportune, qualora fossero organizzate. I campionati Italiani e i grandprix potranno essere utilizzati dalla Federazione come strumento di gara per selezionare la squadra che rappresenterà la federazione in campo internazionale. I primi classificati dei campionati Italiani saranno esentati dalla riqualificazione per il solo anno successivo. Il vincitore del titolo assoluto di Mr. Italia e Miss Italia saranno esentati a vita a una selezione precampionato italiano.
  • Il vincitore e la vincitrice del titolo assoluto degli italiani se idonei, saranno i portabandiera spesati come viaggio aereo per partecipare a una gara internazionale scelta dalla Federazione. Alle gare Internazionali potranno partecipare tutti i vincitori di categoria dei campionati Italiani o dei Grand prix specifici di selezione internazionale o altri atleti ritenuti dal Presidente idonei, ma a loro complete spese di viaggio e alloggio. Potranno comunque appoggiarsi alla Federazione per un supporto logistico e per il viaggio.

 

 

A2 SVOLGIMENTO DELLE GARE

 

2.1 SVOLGIMENTO E OPERAZIONI DI PESO

L’Atleta singolo compilato il modulo specifico, dovranno presentarsi in orario alla iscrizione alla Gara.

Le operazioni di peso che si svolgeranno alla presenza di :

  • un incaricato dalla organizzazione ( per raccogliere i cd e posizionare il corretto stick sopra ) consegnare un pass atleta e accompagnatore a pagamento
  • un giudice verbalizzante un modulo ( quello di categoria indicante nome cognome palestra e numero ) e garante del corretto svolgimento delle operazioni di pesatura. Consegnerà il numero definitivo all’atleta
  • un giudice che effettua la pesatura
  • il direttore della palestra o l’accompagnatore dell’atleta singolo
  • un membro della federazione per la compilazione del modulo di iscrizione alla Federazione e il raccoglimento degli importi monetari da versare per iscrizione alla Federazione se non svolta in precedenza e alla gara come federazione e come palestra.
  • Se un atleta maschio dovesse presentare all’atto dell’iscrizione una vistosa e/o dubbia ginecomastia, dovrà prima della gara essere convocato dalla commissione antidoping che chiederà conto della patologia e richiederà all’atleta la certificazione scritta e firmata da un primario di Endocrinologia iscritto all’ordine dei Medici Endocrinologi, che ne attesti la natura patologica con indicazioni precise e non farmacologica. In assenza di tale certificazione l’atleta sara’ invitato a farla pervenire in Federazione entro un mese  e non potrà partecipare alla manifestazione. Se un atleta si dovesse rifiutare di far pervenire tale certificazione verrà automaticamente escluso dalla Federazione. Se la ginecomastia dovesse essere notata durante il pregara, i giudici avranno il compito di notificare il punto di penalitá all’atleta e il regolamento della Federazione. La Federazione potrà mettere a disposizione dell’atleta gareggiante, a spese della Federazione, un reparto di Endocrinologia convenzionato. Se l’atleta si rifiutasse di utilizzare il reparto convenzionato, ma volesse rivolgersi ad altra struttura, le spese sostenute saranno a suo pieno carico.

 

 

L’atleta dovrà presentarsi in costume e senza teeshirt per essere anticipatamente visionato dai giudici. Fino a peso limite di categoria l’atleta viene tenuto nella categoria inferiore. L’atleta potrà essere pesato unicamente due volte e dovrà accettare alla prima o al massimo alla seconda pesata il risultato della pesata stessa.

La pesatura degli atleti avrà una durata massima di due ore e non potrà essere pesato alcun atleta che si presenterà in ritardo su questo limite.

2.2 SVOLGIMENTO DEL PREGARA

La giuria dovrà essere presente al completo e ogni giudice con i propri moduli, biro e foglietti da compilare. Il Presidente della giuria dará inizio al pregara e dirigerá le operazioni di giudizio. I giudici saranno in numero minimo di quattro e massimo otto piú il capogiudice ( totale sempre numero dispari ).

Le categorie saranno le seguenti:

  • Juniores ( sotto i 23 anni )
  • Uomini h/p sotto 170 cm + 1 kg.
  • Uomini h/p sotto 176 cm + 2 kg.
  • Uomini h/p sopra 176 cm + 3 kg.
  • Uomini Open
  • Uomini over 45
  • Uomini over 60
  • WOMAN BODYBUILDING
  • MISS FIGURE ( pregara in costume con pose rilassate / gara sfilata in costume ) no routine

CANONI: TONICITA’, MUSCOLOSITÁ, NON ECCESSIVA DEFINIZIONE, PROPORZIONI

  • MISS BIKINI ( preg.ra sfilata in abbigliamento sportivo / gara sfilata in costume ) no routine

CANONI: TONICITÁ, NON MUSCOLOSITÁ, NON DEFINIZIONE, MA PROPORZIONI FISICHE

-MEN’S PHYSIQUE ( pregara pose rilassate e confronti / gara sfilata in costume e premiazione )

Anche queste categorie potrebbero essere o avere delle sottodivisioni in relazione al numero

Le pose obbligatorie da presentare al pregara solo per il Bodybuilding saranno :

  • semi rilassato frontale, lato e schiena
  • doppi bicipiti frontale e dorsali frontale
  • espansione toracica e tricipite dal lato migliore dell’atleta
  • doppi bicipiti di schiena e dorsali di schiena
  • addominali e cosce frontali
  • più muscoloso

 

La routine di pose al pregara non verrà svolta, ma si dará a ciascun atleta 2 minuti di presentazione di pose libere o prestazione fisica di particolare prestigio ( il giudizio dei giudici sarà infatti formulato in relazione alla linea, proporzioni muscolari, sviluppo, definizione, presentazione di pose obbligatorie, presentazione di pose libere con vari punteggi )

 

2.3 SVOLGIMENTO DELLA GARA

La gara dovrà essere presentata da un presentatore professionista.

L’ordine delle categorie sarà lo stesso del pregara. Si procede prima con l’esibizione di tutti gli atleti che avranno una routine libera a disposizione con un limite di 2 minuti e a seguire con ogni categoria e dopo una presentazione di tutti  gli atleti presenti verranno selezionati i primi 5 classificati di categoria. Al termine delle pose obbligatorie, la premiazione con medaglie degli esclusi, le pose libere con musiche e il pose down finale ( ammessi eventuali confronti serali se ci fosse una indecisione da parte della commissione giudicante ).

A3 ANTIDOPING

3.1 ANTIDOPING EFFETTUATO IN COMPETIZIONE

In competizione gli atleti scelti dal Ministero con i propri ispettori apriranno le buste inviate dal Ministero con i nominativi, o le indicazioni per lo svolgimento dei prelievi, essi, dovranno presentarsi nella stanza apposita per l’esame antidoping. L’antidoping che verrà svolto con prelievo delle urine in campione doppio, verrà svolto da un Medico Sportivo che verrà coadiuvato da il responsabile della commissione antidoping gare e dagli Ispettori del Ministero.  L’atleta potrà portare un suo rappresentante di fiducia ( Responsabile Palestra o accompagnatore ). I due campioni che verranno sigillati al momento e firmati dal Medico del prelievo serviranno come campione prova e campione controprova nel caso di contestazioni. Le provette sigillate saranno poi inserite in un apposito contenitore termico e fatte pervenire al laboratorio del CONI di Roma.

La federazione avverte gli atleti che le regole Antidoping sono regole WADA e la Federazione non ha alcuna influenza di scelta per gli atleti. Gli atleti sono infatti tenuti a inviare al CONI l’apposito modulo compilato prima delle gare nell’eventualità in cui facessero uso di farmaci ritenuti secondo l’elenco sostanze dopanti. Sono inoltre tenuti a pagare una ammenda alla Federazione pari a 10000 Euro nel caso di positività contestata e definitiva.

Nel caso di test positivo, il risultato verrà comunicato all’Atleta il quale avrà 30 giorni di tempo per chiedere la controprova in un laboratorio di sua fiducia e a sue spese. Se dovesse risultare doppiamente positivo o non dovesse richiedere la controprova l’atleta verrà squalificato dalla Federazione per 2 o piu  anni ( come prima analisi positiva ) e a vita ( come seconda analisi positiva ). La sua posizione verrà comunque comunicata alla magistratura per le indagini del caso e i suoi risultati agonistici verranno eliminati. L’atleta che verrà definitivamente considerato positivo sarà inoltre tenuto al pagamento delle spese sostenute dalla Federazione per far svolgere gli esami antidoping ed eventuali altre spese sostenute dalla Federazione per le trasferte agonistiche internazionali.

I test antidoping potranno essere effettuati agli atleti iscritti alla FIBBN anche a sorpresa durante l’anno e avranno l’obbligo di presentarsi presso il laboratorio indicato dalla commisione

 

A4 PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

4.1 VERSO LA PALESTRA

La palestra che presenta un Atleta che risulterà positivo riceverà un ammonimento scritto. Al terzo ammonimento la palestra verrà esclusa dalla Federazione. La palestra potrebbe essere sospesa per un periodo compreso tra sei mesi a un anno nell’eventualità in cui uno dei suoi Atleti assumesse un comportamento scorretto nei riguardi degli altri atleti, giudici o rappresentanti della Federazione

4.2 VERSO L’ATLETA

Nel caso di test positivo, il risultato verrà comunicato all’Atleta il quale avrà 30 giorni di tempo per chiedere la controprova in un laboratorio di sua fiducia e a sue spese. Se dovesse risultare doppiamente positivo o non dovesse richiedere la controprova l’atleta verrà squalificato dalla Federazione per 2 o piu anni ( come prima analisi positiva ) e a vita (come seconda analisi positiva ). La sua posizione verrà comunque comunicata alla magistratura per le indagini del caso e i suoi risultati agonistici verranno eliminati. L’atleta che verrà definitivamente considerato positivo sarà inoltre tenuto al pagamento delle spese sostenute dalla Federazione per far svolgere gli esami antidoping ed eventuali altre spese sostenute dalla Federazione per le trasferte agonistiche internazionali. Se l’atleta positivo è il titolare di palestra, la palestra stessa verrà esclusa dalla Federazione per cinque anni o a vita. L’atleta che si rifiutasse di sottoporsi al controllo antidoping verrà automaticamente considerato dalla federazione positivo e verrà escluso a vita dalle competizioni della federazione.

L’Atleta sarà inoltre punito da un anno a 2 anni nell’eventualità in cui assumesse un comportamento scorretto o intemperanza durante o dopo la manifestazione.

Per ogni eventuale controversia dovrà essere presentata dalla Palestra o dall’Atleta se singolo al giudizio insindacabile del Collegio dei Probiviri, dopo che il Consiglio direttivo si sarà espresso in giudizio.